Press Esc to close
 

SloveniaHolidays - Slovenščina SloveniaHolidays - English SloveniaHolidays - Deutsch SloveniaHolidays - Italiano

CERCA LA SISTEMAZIONE:


7 motivi per prenotare tramite SloveniaHolidays.com
  • Prenotazioni senza provvigione
  • Il pagamento alla partenza
  • Sono garantiti prezzi economici
  • La possibilità di cambiare la prenotazione
  • La prenotazione si fa in tre passi
  • La grande scelta di alloggi
  • Commenti degli ospiti
{newsletter}

SloveniaHolidays.com > Bled > Il castello di Bled

Stampare Riferisci ad un'amico

Il castello di Bled

 


Il castello di Bled - presentazione

Il castello di Bled nel passato

Nel 1004, quando l'imperatore germanico Enrico II donò i possedimenti di Bled ad Albuino, vescovo di Briksen, sul sito in cui oggi sorge il castello c'era con tutta probabilità una torre romanica,  protetta dalle mura di cinta della cittadina. Nel Medioevo furono costruite alte torri e consolidato il sistema di fortificazione. Appare interessante l'entrata attraverso le mura esterne, con un  arco gotico ed il ponte levatoio su un fossato, oggi prosciugato e bonificato.

L'edificio del castello, aggiunto nel periodo barocco, conclude lo sviluppo architettonico del complesso. I nuclei sono disposti su due cortili. Sul cortile inferiore si affacciano gli edifici di servizio e per la servitù, mentre su quello  superiore  si affacciano le residenze nobiliari. I cortili sono collegati da una scalinata centrale barocca. La parte più interessante e meglio
conservata è la cappella sul cortile superiore, dedicata ai vescovi San Albuino e a San Ingenuino. Costruita nel 16. Secolo, fu riedificata in stile barocco nel 1700 e ornata con affreschi illustri. Sovrastanti l'altare le immagini dei donatori dei possedimenti di Bled: l'imperatore germanico Enrico II e sua moglie Cunegonda.


I frammenti del costolato dell'arcata gotica, andata semi distrutta, sono inseriti nella parete della stanza attigua, che fa parte del Museo. Numerosi  stemmi raffigurati negli affreschi, oppure scolpiti nella pietra, ornano i singoli edifici del complesso. Ai margini del cortile superiore del castello si trova un padiglione denominato "torretta".

Nel 1947 il tetto del castello fu distrutto da un incendio. Durante i primi scavi archeologici a Bled (nel 1948) il Museo nazionale auspicò dei lavori di restauro dell'edificio. Negli anni 1951-61 il castello fu restaurato sotto  la  guida dell'ingegner Tone Bitenc e grazie al contributo del Comune di Bled.  In quell'occasione furono aggiunti alcuni ulteriori dettagli architettonici.

 Il castello di Bled oggi

Il castello è oggi adibito a spazio espositivo. Nel tratto padronale accanto al  castello si trova il nucleo più interessante dell'edificio. Qui sono esposte le raccolte che testimoniano la storia più antica di Bled, dai reperti archeologici più antichi in poi, seguendo le singole fasi di sviluppo storico e rappresentandole con gli arredi del tempo. Gli arredi non sono originali, ma sono significativi per illustrare lo stile dei singoli periodi storici, nei quali il castello di Bled è stato abitato.
   
Il  Museo del castello di Bled è aperto:
dal 1.5. fino  al  31.10. - ogni giorno dalle 9.00 alle 20.00
e dal 1.11. al 30.4. - dalle 9.00 alle 17.00.

 




 


Se ti piace la Il castello di Bled, si prega di fare riferimento al: