Press Esc to close
 

SloveniaHolidays - Slovenščina SloveniaHolidays - English SloveniaHolidays - Deutsch SloveniaHolidays - Italiano

CERCA LA SISTEMAZIONE:


7 motivi per prenotare tramite SloveniaHolidays.com
  • Prenotazioni senza provvigione
  • Il pagamento alla partenza
  • Sono garantiti prezzi economici
  • La possibilità di cambiare la prenotazione
  • La prenotazione si fa in tre passi
  • La grande scelta di alloggi
  • Commenti degli ospiti
{newsletter}

SloveniaHolidays.com > Kostanjevica na Krki > Monastero cistercense Kostanjevica su Krka

Stampare Riferisci ad un'amico

Monastero cistercense Kostanjevica su Krka

Monastero cistercense Kostanjevica su Krka, Dolenjska
  • Monastero cistercense Kostanjevica su Krka, Dolenjska
  • Monastero cistercense Kostanjevica su Krka, Dolenjska

 
 


Monastero cistercense Kostanjevica su Krka - presentazione

La congregazione di monachi cestercense in Kostanjevica, su Krka, era fondata da Bernard Spanheimski nel 13. secolo. La sua attivita' era nel monastero oggi chiamato Castello di Kostanjevica. Della architettura medievale si e' conservata fino ad oggi solo la chiesa Marijinega oznanenja.

 

Nel monastero di una volta, con il suo cortile porticato piu' grande in centrale Europa, oggi si trova la galleria di Božidar Jakac, dove l'entrata e' rinforzata con due torri ovali ddell'epoca rinascimentale.

 

Accanto al complesso monastero vi e' una esposizione permanente delle sculture esterne, creati internazionali scultura, conosciuti sotto il nome di Forma Viva.
 

Al tempo degli Spanheim Kostanjevica divenne un potente centro economico, politico e amministrativo, situato sull’allora confine della regione. Bernard Spanheim ha fondato nel 1234 nelle immediate vicinanze di Kostanjevica, alla sorgente dell’Obrh, il monastero cistercense con il quale ha ulteriormente rafforzato la propria potenza economica e si è assicurato un luogo per il riposo eterno della propria famiglia.
 

Ha donato al monastero possedimenti molto estesi, i più ricchi possedimenti terrieri della Kranjska di allora. Contemporaneamente il monastero è divenuto un centro religioso, di irradiamento della cultura, di scambio economico e di mercato. Ad un certo momento nel monastero hanno vissuto 86 monaci e laici.
 

Il primo nucleo altogotico del monastero è stato rinnovato e ampliato al tempo del Rinascimento e del Barocco. Nella prima metà del XVIII sec. sono stai costruiti la cornice barocca e la torre di difesa decorata da Fran Jelovšek, ed è stato portato a termine una delle corti ad arcate più grandi d’Europa. Nel 1786 l’imperatore Giuseppe II ha chiuso il monastero. I suoi possedimenti sono stati inclusi nel Fondo religioso della Kranjska, gli arredamenti della chiesa venduti all’asta, la chiesa è stata sconsacrata. Il monastero è diventato la sede dell’amministrazione forestale e del notariato, e vi si sono trasferiti un numero maggiore di abitanti. Dopo la Seconda GuerraMondiale il complesso architettonico ha ospitato Agrokombinat, Labod e Iskra con le rispettive attività industriali.
 

Con l’interruzione dell’attività del monastero è cominciato un processo di rovina il cui apice è rappresentato dell’incendio e dal crollo del 1942/43, a cui si sono aggiunte le devastazioni portate dalla guerra. I primi lavori di restauro e conservazione sono stai affidati agli studenti del prof. France Stele (1933 circa), un rinnovo sostanziale ha avuto luogo nel 1957, quando è crollato anche il campanile, e procede ancora oggi.
 

L’ex monastero è stato eletto nel 1989 monumento culturale e posto così tra i monumenti a cui lo stato dedica una particolare attenzione. L’ambiente e lo spazio dell’ex monastero offrono le condizioni ideali per l’organizzazione di avvenimenti culturali, concerti, rappresentazioni teatrali e operistiche. Nel 1974 nei suoi spazi si è trasferita la Galleria Božidar Jakac.

 

Presentazione del paese

 




 


Se ti piace la Monastero cistercense Kostanjevica su Krka, si prega di fare riferimento al: